Alimentazione e salute

Di Ernesto Passante

Nel periodo della preadolescenza i ragazzi e le ragazze si misurano con frequenza e sensibilità con le problematiche della corporeità, con l’avere corpo e l’essere corpo, vivendo non di rado periodi di profonda inquietudine. La scuola se ne occupa contribuendo a promuovere consapevolezza, apprendimento e atteggiamenti in una molteplicità di dimensioni che possiedono una forte centralità nell’esperienza di vita dei soggetti educativi.


La rilevanza del tema ci ha indotto a progettare un percorso trasversale a sei materie (Scienze, Matematica, Italiano, Tecnologia, Arte e Sport) in quattro Unità di Apprendimento, collocato preferibilmente nelle due ultime classi della scuola secondaria di I grado in un arco di tempo nel quale anche gli apprendimenti cognitivi di alcune discipline, come le Scienze e l’Italiano, sviluppano la capacità degli allievi nell’esercizio della cittadinanza pur contemplandone le tensioni emotive dalle quali è opportuno prendere spunto per problematizzare.


Lo sviluppo di ciascuna delle Unità rispecchia il modello ecologico nell’agito degli studenti e nella guida degli insegnanti attraverso i tre momenti di problematizzazione, azione formativa e coscientizzazione, che ne costituiscono la direzione metodologica.


Nel tessuto delle Unità si potranno trovare gli spunti per coinvolgere i genitori, con i modi e la frequenza di occasioni che gli insegnanti valuteranno e decideranno.
Il modulo articola quattro Unità di Apprendimento attraverso:

  1. UdA 1 “La salute vien mangiando”: un approccio alla costruzione di regimi alimentari ordinari e differenziati, a partire da cosa e come gli allievi e le allieve di una classe mangiano effettivamente;
  2. UdA 2 “Voglio fare la modella”: un percorso autobiografico sugli aspetti fisici ed emotivi della crescita nel passaggio consapevole verso l’adolescenza, a partire dall’immagine di sé, dagli stereotipi sociali della bellezza ai quali sono ispirati i modelli che i media propongono;
  3. UdA 3 “Acquistare e consumare alimenti e bevande”: un’attività che sollecita e promuove, in continuità con le precedenti, la scelta degli alimenti e delle bevande nell’esercizio della spesa familiare e personale, anche con riferimento alle attenzioni di un consumatore attento al diritto di conoscere cosa si acquista nella confezione che viene esposta;
  4. UdA 4 “Conservare alimenti”: un percorso più specifico verso la conoscenza delle pratiche domestiche di conservazione degli alimenti che, oltre all’esercizio e alle attenzione quotidiane più comuni, induce a promuovere attenzione verso le tecniche utilizzate nei metodi più diffusi nella produzione e nella trasformazione di determinati alimenti.

All’interno di ciascuna attività progettata, gli insegnanti trovano indicazioni di lavoro, materiali utili per un’azione formativa nella quale gli studenti siano attivi e responsabilizzati, strumenti per organizzare la valutazione degli apprendimenti multidimensionali promossi, con particolare riguardo agli obiettivi cognitivi e procedurali, non trascurando l’osservazione e l’apprezzamento di alcuni esiti attesi di carattere valoriale ed emozionale.


Nell’insieme il modulo conduce un’esperienza didattica che sollecita in diversa misura, attraverso la conoscenza e le attenzioni metodologiche di riferimento, lo sviluppo di tutte le otto competenze chiave contemplate dall’obbligo di istruzione, che risulteranno utili alla certificazione prevista al termine del primo ciclo.